Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/prono528/public_html/wp-content/plugins/sporty-fixtures-results-sponsors/sporty-metaboxes/init.php on line 734

Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/prono528/public_html/wp-content/plugins/sporty-fixtures-results-sponsors/sporty-metaboxes/init.php on line 734
Zaza ricomincia dal Valencia: "Qui per dimostrare il mio valore" - Pronostici Gratis

Zaza ricomincia dal Valencia: “Qui per dimostrare il mio valore”

“Sono qui per dimostrare al mondo intero, e a me stesso, tutto il mio valore”. Simone Zaza si presenta alla tifoseria del Valencia e lo fa in spagnolo. Qualche incertezza linguistica, ma lo sforzo è sicuramente da apprezzare. Certo, l’ex attaccante del West Ham adesso spera di giocare, dopo gli ultimi mesi passati di fatto fuori rosa. Il giocatore arriva al Valencia in prestito con diritto di riscatto obbligatorio.

Zaza, riscatto obbligatorio dopo 10 presenze

Simone Zaza dovrà essere riscattato obbligatoriamente dal Valencia dopo 10 presenze in campionato. Ai 2 milioni già versati dalla società se ne dovranno aggiungere altri 16, più 2 di bonus. “Sono molto felice, era quello che volevo. Sono qui perché mi piace la tifoseria, sono andato allo stadio a vedere l’ultima partita. Il tifo è incredibile. La squadra ha giocato bene, non è un momento facile: giocare in casa è complicato perché i tifosi sono giustamente esigenti. Ma ho visto buoni giocatori, con personalità”.

L’ex Sassuolo si riferisce al successo ottenuto nell’ultima giornata di campionato, la 18^, contro l’Espanyol. Una vittoria maturata grazie alle reti di Montoya e Mina. Vano, nel finale, il gol di Lopez. Un 2-1 che ha rilanciato il Valencia, ora quartultimo con 16 punti, 4 di vantaggio sulla zona retrocessione. Deve anche recuperare una partita, seppur contro il Real Madrid capolista.

“Spero di giocare il più presto possibile – ha aggiunto Zaza -. Ho passato un periodo personale molto difficile. Ora voglio dimostrare al mondo e a me stesso di essere un giocatore che vale. Ora l’importante è fare bene insieme alla squadra”. Magari per riprendersi anche un posto in Nazionale, perso dopo l’esplosione di Belotti.

Articolo inserito nella categoria Multiple.

Rispondi