Spalletti, addio scudetto: "Quasi impossibile" - Pronostici Gratis

Spalletti, addio scudetto: “Quasi impossibile”

Giornata no per Spalletti. La Roma perde la sua imbattibilità casalinga nel giorno peggiore: lo scontro diretto con il Napoli. Una partita da sei punti, che i giallorossi interpretano nella maniera sbagliata. Ai partenopei riesce tutto e, fino a cinque minuti dalla fine, non perdono mai il controllo del gioco. Le redini sono tenute saldamente in mano da Sarri, che lancia Rog dall’inizio e incalappia un Nainggolan mai così in difficoltà. Idem per Fazio. Spalletti prova a cambiare in corsa, affidandosi a Peres, Salah e Paredes. Solo l’egiziano prova a dare la scossa, colpendo anche un palo sullo 0-2. Nel finale Strootman riapre la gara, il tiro che varrebbe il 2-2 di Perotti si infrange sulla traversa. E Spalletti, alla fine, si arrende: “Ora lo Scudetto è quasi impossibile”.
Luciano Spalletti

Luciano Spalletti

Spalletti, ora la Juventus è imprendibile

Al triplice fischio esulta anche la Juventus. Battendo l’Udinese, infatti, andrebbe a +10 sulla Roma di Spalletti. “I miei calciatori non sono stanchi – afferma il tecnico a Premium Sport -. Lo ha detto il finale di partita, non lo dico io. Secondo me parlare di stanchezza peggiora la situazione, nel finale di gara si è visto che la squadra ha avuto un comportamento totalmente diverso”.

“Salah in panchina all’inizio? È stata una scelta tattica, ho deciso di dare più spazio a Perotti ed El Shaarawy. Hanno fatto abbastanza bene anche se non sono stati aiutati dalla squadra. A volte si incide di più e a volte meno, ma l’impegno c’è stato. Oggi anche Fazio, che è quello che ha più qualità per farlo, è riuscito poco a costruire dalla retroguardia. Se questo ko significa addio allo scudetto? Dipenderà da quello che farà la Juve domani, ma è un discorso tosto. Quando perdi questi scontri diretti si ribaltano le situazioni di morale ed entusiasmo, c’è da giocare nel modo giusto e da affrontare i problemi in maniera professionale. Ci sono ancora tante partite. Se per noi prima era durissima, con questa sconfitta ora è quasi impossibile”.

Rispondi