Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/prono528/public_html/wp-content/plugins/sporty-fixtures-results-sponsors/sporty-metaboxes/init.php on line 734

Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/prono528/public_html/wp-content/plugins/sporty-fixtures-results-sponsors/sporty-metaboxes/init.php on line 734
Scommessa Multipla: cosa è e come funziona - Pronostici Gratis

Scommessa Multipla: cosa è e come funziona

Multipla

Le scommesse sportive calcistiche si dividono in due macroaree: la singola e la multipla. Abbiamo già visto le prime, ora analizziamo le seconde. Le multiple sono figlie del Totocalcio. Pensate a una schedina con più eventi, per guadagnare ovviamente un montepremi più elevato.

In sostanza, con una multipla è possibile non solo giocare più eventi (ossia più partite) in una sola schedina, ma anche puntare su più elementi relativi a una singola partita. Per esempio, giocata Gol di entrambe le squadre ed esito 1X2. La convenienza è che le quote si moltiplicano tra loro e poi il prodotto viene moltiplicato per l’importo scommesso (qui un esempio).

Singola

Oltre la multipla: i sistemi ridotti

Esistono due tipi di sistemi: quelli integrali e quelli ridotti. Dei primi, che si dividono in assoluti e condizionati, ce ne siamo occupati qui.

Quando si parla di sistema ridotto, ci si riferisce a un modo di giocare che permette allo scommettitore di combinare più partite in una serie di giocate. C’è però una sostanziale differenza rispetto ai sistemi integrali. Questi ultimi, infatti, prevedono di giocare tutte le combinazioni possibili delle partite prese in esame.

Il sistema ridotto, invece, non comporta una spesa così evidente. Infatti limita il numero delle combinazioni giocate dallo scommettitore. Di riflesso, però, limitando anche la vincita. Anche i sistemi ridotti, come quelli integrali, si dividono in 2 categorie: quelli assoluti e quelli condizionati.

I sistemi ridotti assoluti permettono, indovinato il pronostico, di ottenere le cosiddette vincite di 2^ o 3^ categoria, a seconda del tipo di riduzione desiderata (-1, -2, -3). Comunque c’è la possibilità, ma non la certezza, di ottenere anche la vincita di 1^ categoria.

I sistemi ridotti condizionati, a pronostico e condizioni esatte, permettono vincite di 2^ categoria. La differenza con i sistemi integrali condizionati consiste nel fatto che, quello ridotto, svilupperà meno colonne. Quindi meno spesa.

Con quello integrale, indovinando tutte le varianti, siamo certi di indovinare una colonna vincente. Con quello ridotto, invece, le possibilità di indovinare una colonna sono basse.

Esempio. Prendendo due sistemi di 7 doppie, uno integrale e uno ridotto, l’integrale svilupperà 2 alla settima colonne (128 colonne); il ridotto 2 alla quarta colonne (16). Indovinando tutte e 7 le varianti, con l’integrale siamo sicuri di “centrare” una colonna vincente; con il ridotto troveremo sicuramente una colonna con 6 punti (e per il 12.5% la possibilità di trovarne una con 7).

Precisazione importante. Le cosiddette vincite di 2^ e 3^ categoria si riferiscono a quei concorsi in cui si paga anche la vincita nelle categorie inferiori. Per esempio nel Totocalcio, dove vince chi fa 14, ma anche chi totalizza 13 o 12 finali esatti.

In Italia, il grosso delle scommesse è ovviamente orientato sul calcio.

Rispondi