Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/prono528/public_html/wp-content/plugins/sporty-fixtures-results-sponsors/sporty-metaboxes/init.php on line 734

Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/prono528/public_html/wp-content/plugins/sporty-fixtures-results-sponsors/sporty-metaboxes/init.php on line 734
"Potrei restare con Galliani": Berlusconi si tiene il Milan? - Pronostici Gratis

“Potrei restare con Galliani”: Berlusconi si tiene il Milan?

Silvio Berlusconi non vuole uscire di scena. Ha reso grande il Milan, i tifosi ieri lo hanno omaggiato con una coreografia nella partita più sentita, il derby contro l’Inter, pensando si trattasse della sua ultima stracittadina da presidente. Ma Berlusconi non molla, e rilancia: “I cinesi mi hanno offerto la presidenza onoraria, ma vorrei possibilità di intervento, come il diritto di veto sul mercato e sullo schema di gioco”. Insomma, vorrebbe intascare i soldi continunando ad avere i poteri di oggi.
Berlusconi

Berlusconi: “Non credo sia il mio ultimo derby”

Silvio Berlusconi chiarisce tutto subito, appena arrivato a San Siro per assistere alla sfida tra il suo Milan e l’Inter: “Se sarà il mio ultimo derby? Non credo”. Giornalisti ovviamente sorpresi. C’è da dire che il closing con i cinesi è fissato per il 13 dicembre. Non sembrano esserci ostacoli per il passaggio di proprietà, ma i nuovi soci “insistono in maniera determinata affinché io resti presidente”. Ma un presidente senza poteri non è proprio il ruolo da cucire addosso a Berlusconi.

Berlusconi: “I cinesi non nominerebbero un presidente”

Il leader del centrodestra a poi rilasciato ulteriori dichiarazioni dopo la cena con l’amministratore delegato Galliani, anche lui teoricamente in uscita: “Restare presidente con una società di altri non avrebbe senso, quindi mi hanno offerto la presidenza onoraria”. Ma, come detto, vorrebbe maggiori poteri decisionali. “Vendo con molto dolore, la scelta è dovuta al fatto che il calcio ormai è diventato come il Monopoli. I milioni non contano nulla, ora ci sono i soldi del gas e del petrolio. Si è arrivati a giocatori che costano 94 milioni”.

Rispondi