Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/prono528/public_html/wp-content/plugins/sporty-fixtures-results-sponsors/sporty-metaboxes/init.php on line 734

Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/prono528/public_html/wp-content/plugins/sporty-fixtures-results-sponsors/sporty-metaboxes/init.php on line 734
L'Arsenal offre 65 milioni al Torino per Belotti - Pronostici Gratis

L’Arsenal offre 65 milioni al Torino per Belotti

In primis una operazione di marketing. Andrea Belotti ha firmato qualche settimana fa il rinnovo con il Torino. Nel nuovo contratto c’è anche la clausola rescissoria pari a 100 milioni di euro, ma solo per le squadre straniere. Un calciatore italiano che vale così tanto fa sempre notizia. E il nome del centravanti della Nazionale è quindi ormai di dominio pubblico. Soprattutto in Inghilterra: gli osservatori dell’Arsenal dei giovani lo hanno già segnalato. Ed è arrivata anche l’offerta. La cifra è di quelle importanti, ma Cairo in questi anni ha imparato a vendere a prezzi elevati.

Petrachi e Cairo: “Belotti resta qui”

Prima della partita contro il Sassuolo, il ds del Torino, Gianluca Petrachi, è stato fermato dai giornalisti. L’offerta dell’Arsenal, circa 65 milioni di euro, ha già fatto rumore. “Andrea è un giocatore che noi vorremmo, sinceramente, goderci. Se il presidente ha fatto questa clausola così importante, credo che alla fine il giocatore valga molto più di quello che ci offrono oggi e di quello l’Arsenal ha offerto. Adesso ce lo godiamo e vediamo in futuro cosa succede”. Dello stesso avviso Urbano Cairo, il presidente del Toro: “Non va via, se non in presenza di un’offerta da 100 milioni. La cifra è decisamente alta e non credo che nessuno ci arriverà”. Una buona notizia anche per il calcio italiano: lo spettacolo della Serie A dipende anche dalla permanenza di questi giocatori nel massimo campionato. Ma Belotti cosa pensa? “Io devo rimanere umile ed andare avanti. Ora penso solamente al Torino e a lavorare per questa squadra”.

Rispondi