Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/prono528/public_html/wp-content/plugins/sporty-fixtures-results-sponsors/sporty-metaboxes/init.php on line 734

Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/prono528/public_html/wp-content/plugins/sporty-fixtures-results-sponsors/sporty-metaboxes/init.php on line 734
La Gazzetta contro Taglialatela - Pronostici Gratis

La Gazzetta contro Taglialatela

Riportiamo l’attacco del direttore della Gazzetta dello Sport, Andrea Monti, a Marcello Taglialatela. Ossia il 62enne deputato membro della Commissione parlamentare che indaga sulle possibili infiltrazioni criminali nella curva della Juventus. Ecco l’editoriale.
Nel paese dei “gomblotti”, due categorie non corrono mai il rischio della disoccupazione. I professionisti dell’antimafia e i professionisti dell’anti-Juve. Da qualche giorno, queste tipologie umane appartenenti a mondi e culture assai distanti trovano un imprevisto punto d’incontro e di sintesi nella nobile figura istituzionale dell’onorevole Marcello Taglialatela. Napoletano, 62 anni, deputato della destra post (ma non troppo, visto come parla) fascista per quattro legislature e ultrà azzurro dichiarato, è membro della Commissione Parlamentare. Quella che indaga fra l’altro sulle possibili infiltrazioni criminali nella curva bianconera.
E proprio in tale veste ha pensato bene di esibirsi ai microfoni della “Zanzara” di Cruciani in un repertorio di scempiaggini che neppure nei peggiori bar di Forcella… La Juve come male assoluto, la Fiat che compra gli arbitri, rigori regalati, campionati falsati ieri oggi e domani. E al proposito aggiunge minaccioso: “Verificheremo!”. Che cosa, di grazia, e con quale autorità? Insomma spezzeremo le reni alla Signora. Rigurgiti che qualsiasi tifoso esacerbato è libero di espettorare, ma che un deputato non deve neppure ospitare nel retrobottega del cervello.

Il direttore della Rosea: “Taglialatela si dimetta”

L’esondazione di Taglialatela, purtroppo, non dimostra soltanto che lui non sarà mai un giudice sereno. Questo non c’era bisogno di parole per capirlo. Bastava guardare l’istantanea in cui insieme al collega La Russa, altro uomo delle istituzioni, esibisce orgoglioso una sciarpa con scritto “Juve merda”. Il problema è che la stessa commissione di cui fa parte corre un pericolo assai grave. 
[…] Rosy Bindi ha un’occasione d’oro per dimostrare a malevoli e detrattori il suo equilibrio, la sua terzietà. Taglialatela scherza in modo irresponsabile con materiale incendiario come il tifo? Lo convochi e gli spieghi che, al di là dei regolamenti, in quella commissione non ci può stare un giorno di più. Chi siede in Parlamento rappresenta i valori della nazione. Se non lo capisce si accomodi in curva.

Rispondi