La Chapecoense esonera il suo allenatore - Pronostici Gratis

La Chapecoense esonera il suo allenatore

Chapecoense
Dopo un inizio scoppiettante, che l’aveva proiettata in testa alla classifica del ‘Brasileirao’, sembra proprio entrata in crisi la Chapecoense, la squadra ‘scomparsa’ dopo il tragico incidente aereo del 29 novembre scorso e ricostruita da zero. Oggi il club di Santa Catarina, nel frattempo precipitato al 15/mo posto, ha così deciso di esonerare il proprio tecnico, Vagner Mancini. La decisione è arrivata il giorno dopo il 3-3 rimediato contro il Fluminense, risultato a sua volta preceduto da tre sconfitte nelle ultime quattro partite.

Chapecoense

Chapecoense, la lettera all’Alessandria

La tragedia della Chapecoense, squadra brasiliana perita in un disastro aereo, aveva profondamente toccato l’Alessandria. Come riporta La Stampa, nella partita casalinga del 4 dicembre scorso contro la Viterbese, i grigi sono erano in campo con il logo del team sudamericano sulle maglie. C’erano poi stati altri segni tangibili della vicinanza dei piemontesi (e dell’intero mondo sportivo) al sodalizio. E a fine giugno la società del presidente Di Masi ha ricevuto una lettera datata 30 maggio. Firmata dal presidente del sodalizio brasiliano e indirizzata “ai cari amici dell’Alessandria Calcio”. 

“Qui a Chapecò – dice la lettera – ci sentiamo onorati e profondamente grati per le parole che avete inviato. Ci danno l’energia per andare avanti. Prima di tutto voglio ringraziarvi da parte della Chapecoense per le maglie da voi inviate a dicembre. Le terremo nell’edificio che il club sta per costruire in ricordo di tutti coloro che ci hanno lasciato. Grazie ancora, per noi è stato un onore”. La tragedia (72 vittime) avvenne quando la squadra brasiliana si stava recando in Colombia a giocare la finale di Coppa Sudamericana. Un incidente che per molti versi ricordò quello di Superga in cui erano morti i giocatori del Grande Torino. Allora i morti furono 31. Era il 4 maggio 1949 e l’Italia, appena uscita dalla guerra, si trovò di fronte a un’altra tragedia.

Rispondi