Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/prono528/public_html/wp-content/plugins/sporty-fixtures-results-sponsors/sporty-metaboxes/init.php on line 734

Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/prono528/public_html/wp-content/plugins/sporty-fixtures-results-sponsors/sporty-metaboxes/init.php on line 734
Inter, Pioli il principale candidato per la panchina - Pronostici Gratis

Inter, Pioli il principale candidato per la panchina

L’Inter sta decidendo il suo futuro. Dopo l’allontanamento di De Boer, dopo aver vinto contro la Juventus non è più riuscito a convincere nessuno ai piani alti, i cinesi puntano Stefano Pioli. Ma non solo lui. In lizza ci sono anche Guidolin e Marcelino, contatti telefonici anche con Hiddink (che avrebbe già detto di no) e Pereira. Insomma, idee poco chiare. Dovrebbe comunque spuntarla l’ex tecnico della Lazio, vuoi perché conosce i giocatori, vuoi perché conosce il campionato, vuoi perché probabilmente costa meno. Contro il Crotone, comunque, in panchina dovrebbe tornare a sedersi Vecchi, l’allenatore della Primavera.

Pioli

Colloqui al via, Pioli il favorito

I cinesi del Suning, guidati da Jun Ren, vicino al proprietario Zhang Jindong, sono arrivati a Milano in tarda mattinata. Due giorni di colloqui per parlare con tutti i candidati. Qualcuno ha paragonato il tutto addirittura a X Factor. Tra i papabili, non c’è più Villas-Boas: il portoghese ha accettato l’offerta milionaria di altri cinesi, quelli dello Shanghai Sipg, a caccia di un allenatore dopo il divorzio da Sven Goran Eriksson. Anche Leonardo, che ha già lavorato per l’Inter, ha preferito rifiutare. Nel frattempo, Vecchi ha guidato l’allenamento al rientro dall’Inghilterra dopo il ko contro il Southampton. Dovrebbe risedersi sulla panchina della prima squadra anche contro il Crotone, domenica pomeriggio. In tribuna potrebbe esserci già il nuovo allenatore. Non c’è un ordine dei candidati, la cosa certa è che Pioli resta il favorito (nonché il preferito dai tifosi) ed è già a Milano così come Guidolin e Marcelino.

La carriera di Stefano Pioli

Pioli è nato a Parma. Come calciatore è cresciuto nelle giovanili del club gialloblù, con cui ha esordito in prima squadra nel 1982, a 17 anni. A 19 è stato prelevato dalla Juventus, dove è rimasto fino al 1987 (periodo durante il quale è riuscito a vestire la maglia dell’Under 21). Da lì, il Verona e poi i sei anni alla Fiorentina: 156 presenze in viola, condite da una rete (sì, era un difensore). Nei restanti quattro anni di carriera, quattro maglie diverse: Padova, Pistoiese, Fiorenzuola e Colorno.

Da allenatore, Pioli ha iniziato la carriera guidando gli Allievi Nazionali del Bologna. Poi la scalata fino alla Primavera, allenata un anno prima di passare al Chievo Verona (sempre in Primavera). La carriera alla guida di una prima squadra è partita la stagione successiva, 2002-2003, sulla panchina della Salernitana. L’anno dopo, fino al 2006, l’esperienza al Modena. Poi il passaggio al Parma, quindi al Grosseto, al Piacenza, al Sassuolo, al Chievo, al Palermo. Nel 2011, il ritorno a Bologna fino al 2014. Da lì, il passaggio alla Lazio, fino all’esonero. Adesso aspetta l’Inter. Magari guardandola a San Siro già col Crotone: riuscirà a vincere? Guarda i nostri consigli per le tue scommesse su INTER-CROTONE, CLICCA QUI.

Rispondi