Inter, parte la rifondazione: obiettivo Simeone - Pronostici Gratis

Inter, parte la rifondazione: obiettivo Simeone

Simeone

Il festival del gol – quattro fatti, cinque incassati – di Firenze ha avuto due effetti. Primo: 48 ore di vacanza per una comitiva, quella interista, senza bussola e con l’obiettivo minimo dell’Europa in bilico. Secondo: piano d’emergenza attivato per dare un senso al dopo-Pioli il più in fretta possibile. Come proverà a rialzarsi l’Inter della prossima stagione? Pioli è ai saluti – riporta un’indiscrezione de La Stampa – con un anno di anticipo sul contratto. E per colpa di una continuità nei risultati a corrente alternata. L’obiettivo è Diego Pablo Simeone.

Simeone

Simeone per ridare entusiasmo all’ambiente

L’Inter non vince da cinque gare e torna il desiderio di consegnare alla panchina nerazzurra una guida sicura, manageriale, di grandissima personalità. Per un tecnico straniero non sono più i tempi (la bruciatura De Boer è vivissima), ma, straniero, Diego Simeone non può e non è considerato. L’ex amato è la carta che la proprietà cinese vuole giocarsi fino in fondo, provando in tutti i modi a strapparlo all’Atletico Madrid. Probabilità di successo? Poche, ma non nulle. Ci sarebbe una clausola rescissoria, si racconta, di circa 20 milioni di euro. Altrimenti, Luciano Spalletti. E i rinforzi in campo? Un centrale difensivo, due esterni di difesa, un uomo d’ordine là in mezzo ed un viceIcardi. Se Perisic dovesse prendere la strada di Londra, in particolare Chelsea, occorrerebbe puntare su Berardi (più facile come pista) o Bernardeschi.

Il probabile addio del croato verrebbe pesato alla luce degli obblighi di bilancio, da riequilibrare a giugno, presi con l’Uefa. Un trasferimento altrove di uno degli uomini più quotati varrebbe circa sessanta milioni di euro.«Abbiamo toccato il fondo. Questa non è la mia squadra…», così, nella notte fiorentina, Pioli, tecnico in uscita. Domenica sera, sotto con il Napoli nel posticipo e non è da escludere che i due giorni, previsti, di riposo, vengano compensati da un altro mini ritiro, magari da giovedì sera. A Milano è atteso Jindong Zhang, patron sorpreso dal modo in cui l’Inter ha incassato il sorpasso a Firenze

Rispondi