Guai per Eto'o: è accusato di frode fiscale - Pronostici Gratis

Guai per Eto’o: è accusato di frode fiscale

I tribunali spagnoli ci hanno preso gusto ad ospitare i calciatori nelle proprie aule. Dopo il processo a Neymar, per cui l’accusa chiede due anni di carcere e 10 milioni di euro di multa, ora tocca ad Eto’o, anche lui con un passato nel Barcellona. Il camerunense è finito in un’inchiesta del fisco. Non è la prima volta che un giocatore militante (o ex militante) nel campionato spagnolo finisce in tribunale per un problema legato alle tasse.

Eto’o, evasione per 3,5 milioni di euro

El Pais, giornale spagnolo, dà anche delle cifre. Eto’o avrebbe evaso tasse per circa 3,5 milioni di euro tra il 2006 e il 2009. Insomma, proprio durante la sua esperienza con la maglietta del Barcellona, fatta di tanti trofei e, secondo l’accusa, anche di tanti soldi non dichiarati.

I rischi per Eto’o: dieci anni di carcere e 14 milioni di euro di multa

Eto’o rischia dieci anni e mezzo di carcere e 14 milioni di euro di multa per frode fiscale. L’accusa è arriva dal suo ex procuratore, Josep Maria Mesalles. Comunque, si indaga anche sulla gestione dei diritti d’immagine del calciatore per mancati versamenti al Fisco. Eto’o riceveva dalla Puma tra l’1,5 e i 3 milioni di euro all’anno. Ebbene, le imposte venivano evitate simulando la cessione dei diritti a due società create appositamente, ossia la spagnola Bulte 2002 e l’ungherese Tradesport. Raggiunto dai giornalisti, il calciatore si è difeso scaricando tutta la colpa sull’ex agente, Josep Maria Mesalles.

Rispondi